Business Unusual Blog

Usabilità e appunti per un'informatica post-autistica

Posts Tagged ‘ignoranza’

Tecnologia: puoi sempre contarci. Che ti lasci a piedi.

Posted by Walter su venerdì, 2 luglio 2010

Tempo di esami, piccolo ripasso di Probabilità&Statistica.

Walter deve andare da un cliente ma gli serve una stampa all’ultimo momento.
Sapendo che l’MTBF del disco del suo PC è di 20.000 ore e quello della stampante 7.000, calcolare la probabilità che per un malfunzionamento Walter debba uscire senza stampe. [Risposta: la probabilità è del 100%]

Non è per citarmi addosso, ma questo articolo sembra scritto ieri. Come dice Norman, accettiamo da software che paghiamo a peso d’oro difetti che rifiuteremmo indignati in un banale rasoio elettrico.

Un esempio? Proprio ieri mattina, devo fare una stampa al volo. Dopo più di vent’anni, dovrei sapere che tecnologia e fretta non vanno d’accordo, ma homo sum . Ad ogni modo, la stampa non è niente di che, sono due immagini scaricate dal web.

Lancio la stampa. Niente. Aspetto qualche minuto. Ancora niente. Apro la coda di stampa, il documento è lì. Vuoto la coda di stampa, non si vuota. Imprecazione, riavvia.

Secondo tentativo, stessa solfa. Indicazioni di problemi? Nessuna. Semplicemente, la stampa va in coda, e si ferma lì. Riavvia.

Terzo tentativo, con “l’altro” sistema operativo, stessa solfa. Spegni tutto ed esci. Arrivo dal cliente in anticipo, chiedo la cortesia di una stampa. Gli passo la chiavetta USB nuova, formattata di fresco, con su i file. Infila la chiavetta, il PC si inchioda.

Allora respiro a fondo, penso all'”effetto demo”, mi ripeto qualche massima filosofica, sorrido e si riprova. Alla fine ho attaccato l’Eee alla rete e ho stampato, lui era ancora lì che cercava di leggere la chiavetta. Non è questione di Windows contro Linux, il mio Linux in studio aveva fatto la stessa scena. E’ questione che la tecnologia funziona sempre peggio, ma a costi sempre maggiori, penso.

Torno a casa dandomi del disfattista, poi mi imbatto in una notiziola: l’iPhone 4 ha problemi di ricezione quando viene impugnato con la sinistra.

Qui stiamo parlando di un telefono da oltre €600. In lire, sarebbe un mese di stipendio per il piacere di telefonare (a pagamento, mica gratis).

Certo, è un gioiello di tecnologia e design. E quindi chi pretende di usarlo tenendolo, che so, in mano i problemi se li va a cercare, giusto? Un oggetto così sofisticato funziona meglio se collocato nell’apposito iAltar (€99, in vendita in Europa da fine Luglio) con l’utente genuflesso davanti.

Andiamo avanti così, facciamoci del male. Io intanto telefono con un Nokia1200. Che dite, non è uno smartphone? Vero, però è un telefono.

Posted in Usabilita' | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Neanche gli Dei…

Posted by Walter su lunedì, 4 maggio 2009

Serata col tal gruppo informale di networking.
Mi macino un po’ di chilometri perché voglio conoscere meglio quel territorio.
Tanta gente, molta importante, tutti in tiro.

Parla lo sponsor. Si ascolta, anche se magari importa poco: loro ci mettono quei due soldi, tu gli devi quel po’ d’attenzione, fa parte del gioco, magari ti interessa.

Lo sponsor è un grosso gruppo di didattica dell’Inglese. In Inglese faccio le pulci all’accento dei nativi, ma sentiamo che dice.

Dice che loro non insegnano Inglese e basta. Loro mirano alla “excèllens”. (pronunciata proprio così, excèllens).
E hanno pure le slide. Dove ti spiegano che loro ti danno anche il “counceling”.

Occhèi, Jo.

, , ,

Posted in Costume informatico, Racconti informatici | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »