Business Unusual Blog

Usabilità e appunti per un'informatica post-autistica

Ritalia e i limiti della comunità

Posted by Walter su martedì, 12 giugno 2007

La folla è facile. Lo scandalo è facile. Tirare il sasso è facile.

Gli individui sono difficili. L’azione è difficile. Alzare la mano è difficile. Un breve riassunto:

  1. a fine Febbraio viene presentato Italia.it
  2. scandalo in rete
  3. mobilitazione, raccolta di firme
  4. nasce il progetto RItalia
  5. si convoca un BarCamp a Milano per il 30 Marzo
  6. partecipano in 300, IBM Italia partecipa con il proprio Vicepresidente Public Administration
  7. ci si dà tempo fino al 23 Aprile per definire delle proposte di progetto, che verranno poi sottoposte a votazione
  8. in totale si contano 11 proposte
  9. dopo il 23 aprile non si passa alla fase di votazione e il progetto sembra arenarsi.

Il punto non è dove sono finiti i 300. Le masse sono facili a disperdersi quanto sono facili a coagularsi. Qualcuno avrà magari pensato che la Rete potesse rifare (magari gratis) quello che milioni in soldi pubblici non erano riusciti a ottenere, ma io non sono fra quelli.

Il punto è: a cosa è servito (o a cosa serve ora) Ritalia?

A costo di ripetermi: Ritalia è stato un successo e ha, secondo me, assolto il suo compito appieno portando i diretti interessati a confrontarsi pubblicamente con una comunità di esperti di settore. Una cosa del genere non è mai successa prima in Italia, a mia memoria, per nessuna opera pubblica.

Ma la comunità non è una panacea.

E soprattutto una comunità è in grado di coagularsi attorno a un obiettivo comune ma non di darsene uno.

Esagero? Ci sono voluti più di dieci anni per dare un kernel a GNU. E lo si è avuto quando un ragazzetto finlandese ha cominciato a farselo. Solo a quel punto un gran numero di persone, che il kernel avrebbero potuto farselo anche prima, ha deciso di collaborare all’obiettivo che non avevano saputo darsi da sé.

Quindi l’attuale stasi non è colpa di Ritalia, non sono i soliti italiani bububu e poi nulla di fatto. E’ nella natura delle cose. Sta a chi ha presentato le proposte, se crede, di portarle avanti. Questo significa parlare con chi ha realizzato il progetto e presentare le proprie proposte, a costo di vederle rifiutate.

Io farò così. Nessuno ha commentato la mia proposta. Ma sono sicuro che nel momento in cui cesserà di essere una proposta e diventerà un progetto, verranno anche i collaboratori.

Annunci

2 Risposte to “Ritalia e i limiti della comunità”

  1. Walter Vannini said

    ciao Achille, piacere di sentirti. Sto ancora finendo di imbestialirmi per la risposta del nostro Governo alla richiesta di scandaloitaliano, forse la risposta sarebbe tacciabile di scandalo.
    Sto scrivendo su RItalia, ma aspetto di poter avere toni razionali.
    Ti contatterò sicuramente, questa storia non la lasciamo cadere.
    W

  2. Ciao, sono Achille Foti. Purtroppo a causa di impegni lavorativi non sono stato al Barcamp di Ritalia tenutosi a Marzo e, alla stessa maniera, non ho avuto l’occasione di vedere il tuo progetto. Come ho più volte scritto sul canale skype dedicato a Ritalia, mi trovo d’accordo con te circa l’impossibilità di “coagulazione” attorno a qualcosa di fattivo. Io ho anche acquistato un dominio (liveitaly.org) donandolo alla causa. Ho più volte fatto richiesta di essere abilitato alla scrittura sul blog di Ritalia per poterlo aggiornare ma nessuno mi ha mai dato questa possibilità: di conseguenza porto avanti sul mio blog http://www.achillefoti.com le mie considerazioni circa Ritalia e Italia.it.
    Se ti fa piacere espormi il tuo progetto perchè non mi contatti tramite skype ?

    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: